Oggi proviamo qualcosa di Mobility.
Mi rivolgo a chi conosce la Mobility e l’ha provata con il suo cane.

Il motivo è che chi conosce questa disciplina sa che l’obiettivo del superamento di qualsiasi ostacolo non è la performance in sè, il tempo impiegato o la velocità con cui si conclude la prova.

Chi poi l’ha seguita con me, sa quanto insisto nel lasciare al cane il suo tempo, di non forzarlo e questo secondo me è un principio basilare!!!

Lo scopo di questa disciplina è diventare più flessibili, trovare nuove soluzione per affrontare qualcosa di poco conosciuto, comunicare meglio. Intendo per entrambe le parti, cane e persona.
La calma e la pazienza sono le regole di base.

Può provarci anche chi non sa cosa sia, ma lo invito prima a leggere o guardare qualche video che spiega cosa è.
A questa pagina spieghiamo di cosa si tratta https://thedogstail.it/dogmobility/.

La Mobility propone determinati ostacoli (al campo si vedono insieme al tecnico mobility), ma come disciplina è aperta e questo ci piace. Parliamo di Hurban Mobility quando usiamo ostacoli “urbani” (panchine, muretti ecc). In questo caso la definirei “Home Mobility”, vista la natura degli ostacoli.

Livello di difficoltà: dipende da noi, dal nostro cane, dall’attrezzo che stiamo utilizzando.
Cosa alleniamo?

  • la nostra capacità comunicative verso il cane
  • coordinazione del binomio
  • pazienza (di entrambe)
  • prossemica
  • flessibilità fisica e cognitiva (di entrambe)

Prerequisiti: nulla in particolare, è un’attività che possono fare tutti i cani in generale, di qualsiasi razza, di qualsiasi età, ovviamente considerando eventuali problematiche presenti (come per esempio ipovedenza, sordità, dolori articolari ecc).

Set:
Il set è costituito da uno o più “ostacoli” che devono essere sicuri sia per il cane che per noi.
Gli ostacoli sono oggetti, superfici o altro che ci viene in mente che abbiamo a casa.
Nel nostro caso, i nostri ostacoli sono stati un lettino da sole e una piccola griglia presente in cortile.

I bocconcini…qualcuno se serve e se strettamente necessario mentre si affronta l’ostacolo.
Alla fine come premio se volete. Premio è gratificazione! non è solo cibo!

NB:

  • Assolutamente vietato forzare il cane a interagire con l’attrezzo. Quindi vietato spingere, tirare, sollevare.
  • No a sgridate. Se urli, sgridi, te la prendi hai sbagliato tutto…Non è lo spirito con cui si affronta la mobility. Lascia perdere, fai altre attività intanto che comprendi di cosa si tratta.
  • Deve essere un divertimento per entrambe
  • PS. Il video non è di certo un corso sulla mobility. Certe cose si imparano sul campo e non bastano i libri. Questo anche per la mobility. Per questo i video sono rivolti in particolare a chi l’ha già fatta.

Grazie a Unam per la collaborazione e la pazienza:)

Buon divertimento!

Libri consigliati:
Giocare con il cane. Divertimenti e passatempi per cani e padroni
100 idee per giocare con il tuo cane di Aldo la Spina

Video: Mobility, Unam con lettino da sole

 


Video: Mobility, Unam e griglia

 


Vuoi qualche informazione sulle nostre attività? Vai alla pagina Contatti


 

Libri consigliati…

Capisci di aver letto un buon libro quando giri l’ultima pagina e ti senti come se avessi perso un amico. (Paul Sweeney)

Nessuna immagine disponibile
Nessuna immagine disponibile
Nessuna immagine disponibile
Nessuna immagine disponibile
Hai trovato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!